Il CENTRO nasce su progetto interministeriale, cofinanziato dal Dipartimento per l’Innovazione Tecnologica della Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero della Pubblica Istruzione nell’ambito del progetto “Nuove Tecnologie e Disabilità – Azioni 4-5-7” relativo ai supporti per minorazione visiva, uditiva e motoria, ritardo mentale, disturbi della comunicazione. Le azioni 4 e 5 hanno istituito la prima rete pubblica di Centri per gli ausili (denominati Centri Territoriali di Supporto – CTS). Tale rete, distribuita uniformemente su tutto il territorio italiano, offre consulenze e formazione a insegnanti, genitori e alunni sul tema delle tecnologie applicate a favore degli alunni disabili. Sul territorio nazionale sono stati istituiti circa 92 Centri Territoriali di Supporto, uno per provincia.

In seguito alla legge 170/2010, e relative linee guida, il Centro Territoriale Supporto (CTS) fornisce supporto alle scuole per la piena applicazione delle linee guida del 12 luglio 2011.

Dal 2012 con la direttiva ministeriale del 27 dicembre le competenze dei Centro Territoriale Supporto (CTS) sono state estese includendo tutti gli alunni che hanno necessità di un bisogno educativo speciale.

Dal 2013 le competenze sono estese a tutti i Bisogni Educativi Speciali, in particolare lo Sportello Provinciale Autismo operativo dal 2015 attivato presso il CTS.

Inoltre dal 2015 il CTS si occupa anche di azioni di contrasto al bullismo e al cyberbullismo.


Il CTS di Brescia ha iniziato la sua attività il 23 Gennaio 2008.

Opera a livello provinciale

  • Promuovendo iniziative specifiche di formazione sull’uso di particolari categorie di ausili o software (disponibile in rete il calendario degli incontri per l’anno in corso), interventi mirati per rispondere a esigenze contingenti, promozione di gruppi di studio e ricerca su richiesta dei docenti
  • Organizzando iniziative di formazione sui temi dell’inclusione scolastica e sui Bisogni Educativi Speciali (BES), rivolte ai docenti curriculari e di sostegno, agli alunni o alle loro famiglie
  • Realizzando percorsi formativi sia in presenza che online su tematiche fondamentali per l’attività didattica degli insegnanti di sostegno e curricolari
  • Offrendo consulenza a insegnanti, operatori scolastici, genitori e agli stessi alunni disabili su appuntamento presso la sede del CTS e presso le scuole frequentate dagli alunni disabili su richiesta
  • Fornendo assistenza tecnica alle scuole per risolvere problemi di programmazione e adattamento delle tecnologie alle esigenze dei singoli utenti e assistenza didattica con indicazioni idonee per utilizzare gli strumenti in modo efficace nelle attività scolastiche
  • Collaborando con le scuole in coordinamento con i CTI e le scuole polo per l’inclusione e la formazione negli interventi a favore degli alunni con BES;
  • Favorendo lo scambio di significative esperienze e l’integrazione di specifiche competenze anche tramite il riutilizzo di materiali e la diffusione di buone prassi;
  • Curando la raccolta e la diffusione della normativa e di materiale didattico e pedagogico on-line;
  • Sperimentando l’uso di strumenti tecnologici (hardware e software) e ne promuove l’utilizzo in ambito provinciale;
  • Favorendo la diffusione delle tecnologie a basso costo, open- source e freeware
  • Collaborando con lo Sportello Autismo laddove le tecnologie supportano l’autonomia e l’inclusione dell’alunno con disturbo dello spettro autistico

E’ inoltre punto demo dei software Erickson e Anastasis.